Pinolo a Km Zero!!

Il pinolo, delle pinete Toscane, è decisamente quello che preferisco per creare un ottimo gelato da proporre nella mia vetrina.256__immagine_01Anche in questo caso, la regola principale è rispettare il sapore di resinatura caratteristico e  inconfondibile dei pinoli.Ricordi di infanzia, quando da piccola cercavo i pinoli e mi riempivo la bocca di vere e proprie manciate!SAM_0138Con pazienza, varie prove di lavorazione, e trucchi che non posso svelare  ho ottenuto un gelato che ricorda il profumo delle pinete, un gelato che  esalta  la consistenza  del pinolo e il suo sapore.I pinoli sono ricchi di proteine, in Europa sono presenti nell’alimentazione sin dal periodo Paleolitico.Dalla pigna al pinolo - storia zonzolando 2Per ottenere un Kg di pinoli sono necessari 30Kg di pigne e per raggiungere una maturazione ottimale al pinolo occorrono 3 anni….

http://www.zonzolando.com

www.rivistadiagraria.org

Pistacchio, gusto per tutte le stagioni!

Il gelato al pistacchio, il Re della mia vetrina…images-6

 

Sono una vera estimatrice del pistacchio, quello che prediligo è il pistacchio del Bronte.Nella sua lavorazione amo esaltare l’intensità del  suo gusto, in particolare la sua salinità.Dedico particolare attenzione  al bilanciamento degli zuccheri in modo  da  non farlo diventare troppo dolce.SAM_0129La meta di questo gusto speciale, è quella di dare la sensazione di degustare una “manciata di pistacchi” vera e propria.Il mio pistacchio si differenzia anche per il suo aspetto, il suo colore è simile al  verde salvia, e mai verde acceso, quasi fluorescente  come spesso vediamo in giro….Ho dedicato molto tempo e studiato varie ricette per arrivare a quello che oggi è uno dei gusti più amati e richiesti da i nostri clienti.Con il pistacchio, propongo, pinolo e nocciola, altri due Re delle mie carapine.Buon Gelato

foto http://siciliadavedere.wordpress.com/catania/bronte/SAM_0153

Gelato Fiorentino&Yogurt Greco.

Quello che i Greci sapevano da secoli, noi l’abbiamo scoperto da poco!Lo yogurt greco colato, naturalmente ricco di proteine ,di fermenti lattici e povero di grassi è un ottimo alleato per il benessere del nostro organismo.IMG_6875 - Version 2Diverso dallo yogurt tradizionale, è molto più compatto e cremoso ed ha un sapore deciso, lo ritengo perfetto come ingrediente per il mio gelato! In una semplice “base bianca” inserisco yogurt greco Fage total (si pronuncia Fàge, con la G dolce Toscana, vedi commento su post!!), aggiungo anche fermenti lattici vivi biologici.IMG_6790Vi sembrerà strano ma sono solo questi gli ingredienti, senza trucchi, senza emulsionanti e senza addensanti(in nessun caso li uso).Vi assicuro che il risultato è sorprendente!!Un gelato allo yogurt che nella sua semplicità si differenzia dagli altri gelati che potete trovare in commercio!!Provare per credere!!fage-total-yogurt-greco-colato-vaso-500ghttp://company.italia.fage.eu/

Sorbetto al fico, gusto tra i più graditi del momento a Firenze!

I primi gustosissimi fichi della stagione sono arrivati!! figNon resisto alla tentazione, li trasformo in un sorbetto speciale, corposo e dolce ma non troppo.SAM_0151Come sempre la priorità è esaltare il gusto del frutto e considerarlo l’ingrediente principale.In questi giorni di caldo a tratti insopportabile il sorbetto al fico è uno dei gusti più richiesti e preferiti dai nostri clienti, al secondo posto, resiste il sorbetto al mojito!!SAM_0159Il fico è ricco di proprietà nutritive, ottime sia per gli adulti sia per i bambini, potassio, ferro e calcio e una discreta presenza di vitamina A rinforzano ossa e denti.Fotolia_figs_SSono molte le varietà dei fichi, oltre 150 e si differenziano tra loro per  dimensione e per colore.In passato, il lattice delle foglie di fico veniva usato per cagliare il latte e per produrre formaggi.

foto http://www.sodahead.com/

Sangue di drago, super sorbetto!

Sangue di drago? no succo e polpa di susina!! Dopo un accurata lavorazione di questa particolare susina, ecco il momento più atteso, l’uscita del sorbetto, appena fatto, di un rosso quasi inquietante!! DSC07039La susina è un frutto ricchissimo di acqua, di sali minerali e contiene vitamina A, C, B1 e B2.Un frutto utilissimo per affrontare il caldo della stagione estiva, dissetante e antiossidante. http://www.freshplaza.it/redplum1L’elevato contenuto di potassio, fa della susina un alimento importante per prevenire i disturbi della pressione arteriosa, della depressione , della stanchezza e dei disordini dell’apparato digestivo. Tutti ottimi motivi per trasformare la susina  in un buonissimo  sorbetto che ne rispetti sapore e proprietà benefiche.DSC07033


La scelta della susina “sangue di drago” non è casuale, è la mia susina preferita! sapore graffiante, dolce ma non troppo.

Un gelato per aperitivo, mojito o caipiroska?

Gusti cocktail,  creati in base alle stagioni. Nel periodo estivo, il gusto più richiesto di questa tipologia  è il mojito, i nostri clienti spesso nel tardo pomeriggio vengono a degustare un buon sorbetto al mojito come aperitivo oppure un sorbetto alla caipiroska. IMG_7005Per questa particolare tipologia di gusti le regole sono le stesse adottate per qualsiasi altro gusto che proponiamo: prodotti di alta qualità e tanta passione….DSC07052

Durante l’inverno,  la proposta di  gusti cocktail è a  base di liquori o distillati vari.DSC07058Un sorbetto al mojito in estate o un gelato al liquore in inverno sono degli ottimi sostituti sia di aperitivi rinfrescanti sia di distillati o grappe più adatti alla stagione fredda!DSC07059Insomma, che sia per aperitivo, o per il dopocena, i nostri sorbetti sono perfetti per una pausa gustosa e alternativa.

Gelato al cocomero nei giorni d’estate…

Il cocomero, un frutto perfetto per affrontare il caldo dell’estate.DSC07021La sua grande dote è semplicemente quella di dissetare e  di depurare l’organismo, inoltre contiene  una buona quantità di vitamina A, vitamina C e potassio.Nonostante sia un frutto molto dolce, gli zuccheri presenti sono circa 3,7 grammi all’etto.DSC07025Nei  giorni caldi e afosi, della nostra bella Firenze, una fresca pausa per degustare un sorbetto al cocomero è proprio quello che ci vuole.DSC07024Vi ricordo che in tutti i nostri gusti a base di frutta non è presente il latte, per questo parlo di sorbetto.DSC07027Durante la lavorazione del cocomero, i semi vengono eliminati, mentre la polpa con i suoi filamenti resta sia per dare consistenza sia per ricordare l’effetto che si ha mentre mordiamo una fetta di cocomero!Insomma, se siete a giro nel centro di Firenze, venite a provare il nostro rinfrescante e dissetante  sorbetto al cocomero.

Gelato alla vaniglia, fatto a Firenze.

Gelato alla vaniglia, uno dei più classici gusti, preferito da grandi e piccoli. Una semplice base bianca e bacche di Vaniglia Bourbon trattate con gran cura…..SAM_0103Inserimento e infusione delle bacche di vaniglia bourbon per ottenere quello che viene chiamato “caviale di vaniglia”.SAM_0121Per esaltare il gusto e l’aroma della vaniglia, il bilanciamento degli zuccheri serve a non rendere troppo dolce il gelato, in modo che si possa apprezzare e degustare il vero sapore che deriva dalle bacche di vaniglia bourbon.SAM_0111

Archivio Storico del Frutto e del Fiore….

Abbiamo avuto l’onore di “partecipare” con uno dei Gusti da noi creati, a “Elogio del giardino e dei suoi fiori”,  un evento organizzato da “Archivio storico del frutto e del fiore” (Biblioteca Botanica Amatoriale)  presso la Fondazione Firenze Artigianato Artistico.

111214_leonardo

L’evento,  ideato  per “salutare” l’estate, è stato curato da Ezia Maria Pentericci e Laura Paganucci che  hanno presentato nel Giardino dei Profumi L’Anthemis e la Godezia, storia, immagini ed elisir…..

images

A questo punto vi chiederete quale sia stato il motivo della nostra partecipazione!

in breve lo racconto!

La Sig.ra EziaMaria, mia amica e cliente, voleva offrire a gli invitati  una fresca pausa durante l’evento  proponendo un gelato alla camomilla. Per me è stato un onore il fatto che abbia pensato a noi,  e che mi abbia chiesto se potevo fare del gelato per i suoi invitati…ho subito accettato la sua richiesta, ma non ho resistito alla tentazione di proporre uno dei gusti da me creati : CAREZZA , fatto con CAMOMILLA, Latte di Mandorle di Avola e Miele di Acacia….

Dried chamomile tea isolated on white background

La mattina dell’evento ho preparato il gelato, pensando che visti gli ingredienti era veramente un gusto adatto all’occasione,   un brivido di emozione però mi ha fatto tremare perchè in quel momento ho ralizzato  che a degustare quel gelato sarebbero state persone esperte di botanica….

Un’infinità di domande hanno affollato la mia mente. Chissà se sarà apprezzato l’uso  degli ingredienti, se il profumo e il gusto della Camomilla si trasformi in sensazioni che solitamente questo fiore emana e ricorda….insomma, il mio gelato stava per essere degustato da esperti di Botanica, un pò di sano terrore era giustificato!!

IMG_7295 - Version 3

Gelato pronto e consegnato, poi l’attesa……

Dopo qualche giorno, la mia amica EziaMaria mi ha raccontato che la degustazione del gusto CAREZZA  ha incuriosito tutti gli invitati,  con gran stupore  hanno apprezzato e fatto tantissime domande su un gelato che non avevano mai assaggiato, un gelato alla CAMOMILLA con note di  Miele di Acacia e un sapore deciso, ma mai invadente di Latte di Mandorle.Felice di aver deliziato i palati degli invitati, ringrazio EziaMaria per aver scelto la nostra gelateria…

images-1

L’Archivio storico del frutto e del fiore, associazione senza fini di lucro si occupa di storia della botanica e del giardino scandagliando il rapporto tra scienza arte, natura ed ambiente. Il logos prescelto per l’Archivio storico è lo Scirpus Lacustris di Leonardo (alcuni studiosi dell’Archivio da diversi anni affrontano temi parziali della letteratura leonardiana. Nel decennio precedente ha portato avanti temi specifici, organizzando seminari di accosto alla cultura botanico-naturalistica e ha collezionato piccoli studi e volumi che hanno costituito gradualmente la Biblioteca botanica amatoriale, pur non avendo sede. Lo spazio deputato alla sede sociale e in particolare a questa biblioteca di uso interno era di estrema necessità ma l’Archivio riteneva pregiudiziale il contesto in cui situarla, cioè un giardino, un campo, un orto. Come dice Giovanni Mariotti “che i libri siano giardini e che i giardini siano libri è un concetto che attraverserà più volte la storia dell’umanità”.

L’Artegelato a Firenze…

Oggi ho avuto la fortuna di assistere ad una vera e propria lezione di “come fare un buon gelato”!

Chiaramente chi sta scrivendo non è Cinzia, visto che l’insegnante è lei!! a scrivere oggi è Laura, una fan impazzita della Gelateria della Passera.Ero passata di li per scattare qualche foto, e da subito ho visto un aria strana, Cinzia impegnata forse più del solito sommersa da frutta, latte, spezie varie, e stecche di vaniglia,  insieme a lei c’era un suo nuovo collaboratore molto attento e concentrato. L’aria era strana si, sul volto di Cinzia un insieme di espressioni a tratti minacciose, quasi come una strega pronta a mettere in atto incantesimi segreti…

Possiamo veramente chiamarli incantesimi, perchè i suoi gelati sono magici!

DSC07031

Ma torniamo a noi, nulla sfugge alla sua attenzione, ogni minimo movimento è dettato da una cura quasi maniacale, anche il semplice “versare” e unire poi gli ingredienti nel contenitore deve essere fatto in un certo modo, per non parlare dei dosaggi, dei bilanciamenti, di cosa mettere prima, di quale zucchero usare, di quanto far girare (in quello che io chiamo MAXI PIN ) gli ingredienti prima di metterli nella macchina del gelato…insomma un infintà di cose tecniche di base e mille dei suoi trucchi e segreti…..

DSC07023

Noto che il suo attento collaboratore ha uno sguardo misto tra ammirazione e terrore !!! Quello che Cinzia trasmette è veramente una passione estrema per il suo lavoro, e potrebbe continuare per ore e ore a spiegare i perchè e i per come !

DSC07029

Tutto è importante, dall’uso corretto dei vari “strumenti del mestiere”  a come trattare ogni singolo ingrediente, e elemento principale, all’attenzione per la qualità e per la freschezza degli ingredienti.Ogni gusto da realizzare necessita di un infinità di attenzioni, che Cinzia racconta tutto di un fiato senza dimenticarsi mai di niente…è veramente incredibile, ed è un piacere guardarla mentre lavora…per meglio dire, mentre esercita la sua ARTE.

IMG_7374 - Version 2